BABBO NATALE E IL BAMBINO

Questa è una storiella che mi sono inventato all'istante.
             

Lino era un bambino che amava tanto imparare a suonare la chitarra e desiderava perciò una chitarra come regalo di natale, ma quando scriveva la letterina di natale, qualcosa lo bloccava e anziché scrivere la chitarra come suo forte desiderio di regalo, scriveva altre cose.

Passava natale e Lino riceveva esattamente ciò che lui scriveva nella sua letterina di natale. Si faceva vedere felice dai suoi famigliari, ma in cuor suo si sentiva un po' deluso.

E così andava avanti per alcuni natali.

Poco prima del suo prossimo natale, casualmente Lino incontra babbo natale in strada, ci parla e gli dice: “Ma perchè tu non mi hai mai portato per regalo una chitarra che io tanto desidero?” E babbo natale ovviamente gli risponde che lui gli ha sempre portato quello che lui scriveva nella sua letterina, se vuole una chitarra basta che lui glielo scriva e gli porterà la chitarra. Il bambino china la testa, annuisce, riflette indeciso.....babbo natale lo vede così perplesso e gli chiede:” Ma che problema hai a scriverci una chitarra come regalo di natale nella tua letterina?” Il bambino, un po' impacciato risponde:” Ma...sai... poi chissà se la saprò suonare, magari poi gli altri si aspettano, visto che io la desidero tanto, che io sia anche bravo, che dovrei poi diventare un grande chitarrista....chissà....forse allora è meglio che ancora aspetto un po', forse è meglio che imparo a suonare prima di averla....e se poi non sarò capace di suonarla? Chissà....forse....magari.....non so”.

Perchè ti fai tutti questi problemi? Gli dice babbo natale vedendolo così impacciato, in fondo una chitarra è un regalo come un altro, perchè ti ci carichi di così tanta responsabilità?

Il bambino non sa rispondergli e allora babbo natale prova ad aiutarlo a capire cosa sente dentro di lui e gli dice:” Hai paura di deludere te stesso e gli altri? E il bambino:” Beh si, forse è così”.

Vedi caro Lino, gli risponde babbo natale, questa tua paura fa si che tu non possa ricevere la tua amata chitarra, di soffocare così la tua vera passione del cuore e adattarti invece a desiderare quello che gli altri si aspettano da te. Anzichè scegliere quello che tu vuoi dalla tua vita, lasci che siano gli altri a scegliere per te per poi lamentarti perchè gli altri non soddisfano i tuoi desideri.

Devi essere sicuro delle tue scelte e decisioni, altrimenti deleghi gli altri a farlo per te.

Fai la tua scelta, mettici tutta la tua energia e vivila in modo responsabile e consapevole.

Il bambino se ne va con il cuore infranto, non molto soddisfatto delle parole di babbo natale.

Aveva capito che il suo regalo dipendeva da lui e solo da lui.

Per tanto tempo preferiva che fossero gli altri a scegliere per lui, in modo che se loro azzeccavano il suo desiderio, lui si sentiva meno pressione addosso perchè era comunque un regalo scelto da altri, invece se non azzeccavano il suo regalo allora poteva sfogare le sue delusioni attribuendole agli altri che non lo capivano, che non sapevano fare regali ecc ecc.

Insomma tutte le sue corazze che si era costruito nell'affrontare le sue non-scelte o scelte altrui, stavano crollando.

Si sentiva colpito al cuore, qualcuno aveva letto la verità nel suo cuore e questo aveva sciolto tutte le sue corazze, ora non aveva più scelta, o meglio, aveva solo la “sua scelta” da esporre a se stesso prima e agli altri poi.

Ritornò a casa, rimanevano solo pochi giorni al prossimo natale e lui era davanti alla sua letterina per esprimere i suoi desideri.

Mò cosa ci scrivo? Continuo a scriverci quello che gli altri si aspettano da me o finalmente scrivo quello che io voglio veramente?

Caro babbo natale, quest'anno per natale voglio una CHITARRA!”

E chissenefrega se poi non sarò capace di suonarla e non divento famoso.

Ma, prima di firmarla, entra il suo papà nella sua cameretta e gli dice:” Caro Lino, ora ti sei fatto abbastanza grande, stai diventando un ometto e credo che sia ora che io ti dica la verità e cioè che in realtà babbo natale non esiste, babbo natale sono io, sono io che ti porto i regali che tu desideri”.

Bummmmm.

Il povero Lino sprofonda al suolo!

Proprio adesso che aveva deciso di chiedere la sua amata chitarra viene a sapere che babbo natale non c'è, ma allora quello incontrato per strada chi era? Mi ha preso in giro!

Ritorna infuriato in strada e lo rivede lì, seduto su una panchina, si siede con lui abbastanza arrabbiato, pronto per dirgliene quattro.

Ehilà Lino, gli fa babbo natale, di nuovo qui? E il bambino:” Tu non sei babbo natale, babbo natale non esiste, tu mi hai preso in giro!” Perchè dici questo mio caro Lino? Ti ho forse detto cose non vere? Non era forse il tuo cuore a parlare? Io ti ho solo aiutato a capire perchè non volevi esprimere a te stesso e agli altri il tuo vero desiderio di regalo. Beh, risponde Lino, si questo è vero ma.....”Ma cosa?” Fa babbo natale, ma....niente...ecco....e comunque tu non sei babbo natale, risponde Lino.

Ah questo è vero, risponde babbo natale, però rimane sempre quello che tu hai nel tuo cuore, quello non è falso, anzi è la cosa più vera che tu hai e dovresti ascoltarla di più, non sei d'accordo?

Il bambino ancora un po' imbronciato per le parole di babbo natale se ne ritorna di nuovo a casa sentendosi ancora sconfitto dalle parole di babbo natale, si sente sconfitto perchè le sue parole gli sono penetrate nel cuore, gli hanno toccato il cuore, ossia la sua verità e lì, nel cuore non c'è finzione, lì nel cuore non ci sono nascondigli, si è nudi ed è per questo che molti non vogliono entrarci nel proprio cuore e da lì scappano dove possono nascondersi o vestirsi di corazze.

Passano gli anni, Lino è diventato adulto ormai, da quell'incontro con babbo natale ha imparato una cosa molto importante, ha capito che gli uomini preferiscono imparare a sopravvivere anziché imparare a vivere, proprio come lui faceva da bambino, delegando agli altri la sua vita per poi lamentarsi che gli altri non capivano o soddisfavano le sue aspettative, ha imparato a scegliere nella vita e a prendersi le responsabilità delle sue scelte, ha imparato ad essere se stesso, a scegliere dal proprio cuore, ad attingere dalla sua verità interiore ed ha imparato soprattutto a capire che attraverso le sue scelte consapevoli lui espande nell'universo la sua stessa energia, quell'energia che parte dal profondo del proprio cuore e si espande nell'universo attraverso le sue scelte e l'universo stesso, quale matrice di amore, equilibrio ed armonia, restituisce poi nel manifestato, nel mondo stesso. Lino ha compreso che è lui stesso il creatore della sua propria vita, così come ognuno di noi e che in fondo, non è vero che babbo natale non esiste, invece babbo natale è insito in ogni bambino, sono la stessa cosa, con la sola differenza che il bambino non sa che babbo natale è proprio lui stesso e lo crede fuori di sé.............proprio come ogni umano!


Commenti

Post popolari in questo blog

LA FIDUCIA: LA PORTA DELL'AMORE

IL RITORNO DEL CRISTO

L'abbondanza

LE MANIPOLAZIONI DELL'IO

LIBERTA' O SICUREZZA?

SENTIRSI PULITI DENTRO

L'AMORE, FORZA CREATRICE

La paura

SCEGLIERE LA TOTALITA'

LO SCONOSCIUTO IN NOI

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *